martedì 24 maggio 2016

Recensione: "The 100" di Kass Morgan

Innanzitutto devo porgere le mie scuse a tutti i lettori del blog: sono stata assente per mesi!
Purtroppo, a volte, affronto un periodo di non-lettura nel quale non riesco proprio a concentrarmi sui romanzi.
Ci tenevo a ringraziare Il Cuore in un Libro per l'opportunità di vincere 3 libri cartacei, e i blog Alberi da LibroThe Curly Haired Readers e Passione Per Le Righe per la nomination al Liebster Award ^^ - risponderò alle domande il prima possibile.

Ora, però, vi lascio la recensione di "The 100", romanzo che ho letto in pochi giorni a causa della mia fissazione per la serie tv.



"Everneath" di Brodi Ashton

  ❤  
Editore: Rizzoli
Tipo: Primo di quattro
Prezzo: 16,90 €
Trama: 
Sono secoli che gli uomini vivono nello spazio senza tornare sulla Terra. In seguito a una devastante guerra atomica i sopravvissuti si sono imbarcati su tre navi spaziali e i loro discendenti sono ancora chiusi lì dentro. Tuttavia pare giunto il momento di andare in ricognizione. A essere spediti sulla Terra per capire se sia di nuovo vivibile sono in cento: ragazzi considerati delinquenti dal regime poliziesco che vige sotto la guida del Cancelliere. Alle prese con una natura magnifica e selvaggia e tormentati dai segreti che si annidano nel loro passato, i 100 sulla Terra devono lottare per sopravvivere. Non sono eroi, ma potrebbero essere l'unica speranza rimasta al genere umano.





RECENSIONE


Devo dire che la diversità fra il romanzo della Kass e la serie tv che ha spopolato in America mi ha lasciato un po' perplessa. Sono abituata ai cambiamenti per il grande schermo, ovvio, ma qui si parla di una rivisitazione completa del testo, che alla fine mantiene giusto il titolo e qualche piccola base della Kass.

Ci troviamo a seguire le vicende tramite i punti di vista di quattro protagonisti: Clarke, Wells, Bellamy e Glass - ragazzi poco più che adolescenti nati e cresciuti sull'Arca, una stazione spaziale dove la razza umana si è rifugiata quando la guerra nucleare ha reso inabitabile la Terra.
Ma se il nostro pianeta non fosse più vittima di radiazioni? e se l'Arca, in realtà, non fosse più così sicura per i sopravvissuti alla catastrofe?
Il Cancelliere Jaha, il "capo" dell'Arca, ha deciso: cento giovani criminali saranno mandati sulla Terra come "esperimento" - una seconda occasione in vista di chi, al compimento dei diciotto anni, avrebbe dovuto affrontare un processo di vita o di morte.
Fra di loro troviamo Clarke, figlia di scienziati della Fenice, la parte più benestante dell'Arca, rimasta orfana per un segreto che ha mandato lei stessa in isolamento per mesi, e che ha distrutto la relazione amorosa con Wells, il figlio del cancelliere disposto a tutto pur di proteggerla, tanto da commettere un reato imperdonabile; Bellamy, l'unico ragazzo sull'Arca ad avere una sorella, e che si macchia le mani di sangue pur di guadagnarsi un posto accanto a lei sulla navicella diretta per la Terra; Glass, una ragazzina che riesce a sfuggire alla missione sul nostro pianeta spinta da un'unica forza: l'amore che prova per Luke - lo stesso amore che l'ha rinchiusa in cella.



Il carattere dei protagonisti è molto simile a quello della serie tv, ed era ovvio che m'innamorassi maggiormente di Bellamy, leggendo la sua versione "romanzata". Bell è il classico ragazzaccio rude, e dal cuore d'oro. Per Octavia, la sua sorellina di quattordici anni (nel romanzo si passano ben sei anni) farebbe di tutto, e leggere di più del suo lato da fratello maggiore è stato molto bello.
D'altro canto, il libro mette proprio in risalto gli aspetti che più caratterizzano i protagonisti.
Clarke dedica anima e cuore per salvare Thalia, la sua migliore amica, e il suo lato medico è quello più calcato durante la stesura del suo personaggio. Per Wells, l'onore e il rispetto delle leggi viene sopra tutto, e per Glass, l'amore e la dedizione verso il suo ragazzo la rendono, agli occhi del lettore, un personaggio molto dolce con cui è impossibile non simpatizzare almeno un po'.

La trama di base è la stessa dei primi episodi della serie, incentrata sulla sopravvivenza dei ragazzi sulla Terra, ma mentre in tv riusciamo a seguire gli accadimenti sull'Arca grazie alla madre di Clarke, qui sarà Glass a essere la protagonista.
Tutto si svolge molto più in fretta, persino le relazioni fra i personaggi, e devo ammettere che - stranamente - gli sceneggiatori hanno fatto un lavoro molto più preciso e approfondito di "The 100" rispetto a quello della vera creatrice, Kass Morgan.

In sostanza, un bel libro, che sicuramente si svilupperà di più nel seguito - che prenderò al più presto!

6 commenti:

  1. Uhm....sono attratta da questo libro ma ancora non mi decido a prenderlo. Ho letto un sacco di recensioni positive, ma non so....forse non è ancora il suo momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una lettura abbastanza facile e non impegnativa, ma io ti consiglio più la serie tv: è mooolto meglio secondo me!

      Elimina
  2. Proverò a leggere le prime righe e se funziona lo prenderò, un po' come ho fatto con 'Maze Runner' 4 libri che mi sono divorato. ...molto meglio rispetto al film!

    RispondiElimina
  3. Proverò a leggere le prime righe e se funziona lo prenderò, un po' come ho fatto con 'Maze Runner' 4 libri che mi sono divorato. ...molto meglio rispetto al film!

    RispondiElimina
  4. quanto durano gli avvenimenti riportati nel libro? Dal primo all' ultimo?

    RispondiElimina
  5. Letto anche l'ultimo libro della serie The 100: Rebellion. Come gli altri tre poteva essere scritto meglio, però continua a piacermi l'idea di fondo.

    RispondiElimina